torino film festival titoli gn
Spettacolo
PRESTO IN SALA

Al cinema con i titoli del Torino Film Fest

E’ il giorno dell’uscita del “Cry Macho” di Clint Eastwood. E oggi arriva Ambra per presentare “La notte più lunga dell’anno” sul grande schermo a gennaio

In un periodo in cui il pubblico fatica a ritrovare la strada della sala cinematografica, dopo mesi di chiusure e un presente fatto di timori e allarmi continui (anche se i cinema, è dimostrato, sono uno dei luoghi più sicuri e controllati in assoluto), il Torino Film Festival sta assumendo sempre di più il ruolo di supporto al sistema distributivo, grazie alla scelta di numerosi titoli che sono già o stanno per arrivare nei cinema di tutta Italia. E se i numeri parlano di un quarto di spettatori in meno al festival, si tratta di un enorme miglioramento rispetto alla programmazione tradizionale. «Siamo desiderosi – ha spiegato il direttore artistico Stefano Francia di Celle – di favorire un ritorno alla normalità di un sistema dove la sala è protagonista e per questo presentiamo opere della prossima stagione cinematografica che ci hanno colpito, dialogando con tutte le forme di fruizione». Se per vedere “La notte più lunga dell’anno” che il Tff presenterà oggi con la protagonista Ambra Angiolini bisognerà aspettare gennaio 2022,

il titolo più atteso è certamente “Cry Macho” di Clint Eastwood, da oggi al cinema: quasi un’opera testamento in cui il grande attore e regista torna nelle vesti di un cowboy, ormai molto anziano e quasi dimenticato dalla società.

In queste ore sono ancora visibili le proiezioni evento di “Trafficante di virus” con Anna Foglietta e “The girl in the fountain” con Monica Bellucci, presentate nelle scorse ore al Tff, e da lunedì arriva in sala un’opera sperimentale italiana molto amata dal pubblico torinese, “Re Granchio” di Matteo Zoppis e Alessio Rigo de Righi.

Dal 7 dicembre in sala arriverà anche “Sull’isola di Bergman”, bel film cinefilo firmato Mia Hansen Love e interpretato, tra gli altri, da Tim Roth; mentre dal 13 dicembre sarà il turno – per soli 3 giorni – dell’uscita di “Altri padri”, storia di affidi di figli a genitori divorziati interpretata da Chiara Francini.

Ultimo grande titolo a uscire nel 2021 tra quelli “torinesi” sarà il 23 dicembre “Sing 2”, animazione dal grande ritmo e dalle grandi musiche che ha avuto l’onore di aprire il Torino Film Festival numero 39. Prossimamente in uscita, infine, il doc “Jane par charlotte” che porterà a Torino domani la star Charlotte Gainsbourg.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo