banco alimentare marmellata
Volontariato
VOLONTARIATO & SOLIDARIETÀ

Aiutare due milioni di famiglie povere acquistando i barattoli di marmellata

La campagna del Banco Alimentare “La fame non va in vacanza” punta all’obiettivo dei 70mila euro

In estate, quando le mense delle scuole chiudono, oltre un milione e 300mila bambini in Italia perdono il loro unico pasto completo della giornata, l’unico adeguato nei valori nutrizionali necessari alla crescita. A questo vuole rispondere la campagna del Banco Alimentare “La fame non va in vacanza”, che – attraverso l’acquisto di barattoli di marmellata o donazioni – punta all’obiettivo di 70mila euro, per recuperare e distribuire, alle oltre 7.500 strutture caritative sul territorio, prodotti alimentari per un totale di 500mila chili corrispondenti a un milione di pasti.

Le famiglie, in particolare con minori, sono le più colpite dalla crisi causata dalla pandemia: l’incidenza della povertà assoluta tocca oltre 2 milioni di nuclei familiari (dal 9,2% all’11,6%), per un numero complessivo di individui pari a circa 5,6 milioni, un milione in più rispetto all’anno precedente: sono 200mila i minori scivolati nella condizione di povertà estrema nell’ultimo anno, per un totale di oltre 1,3 milioni. La stessa tendenza si registra nella nostra regione: secondo il rapporto Piemonte Economico Sociale realizzato dall’Ires, una famiglia con minori su quattro è a rischio povertà. Ai “nuovi poveri” si assommano le persone già in situazione difficoltà che a causa della pandemia si sono trovate in una situazione di maggior bisogno. «Sono tante le persone – commenta Salvatore Collarino, presidente del Banco Alimentare del Piemonte – che hanno avuto bisogno di sostegno alimentare quest’anno. Non ci dimentichiamo di loro, nemmeno ora che le vacanze sono alle porte, ora che la situazione sembra essere un po’ migliorata. Perché la fame non va in vacanza”».

Per sensibilizzare al tema della povertà alimentare, il Banco Alimentare propone di acquistare due barattoli di marmellata (al gusto albicocca e fragola), imballati in confezioni di vetro e cartone riciclabili, al costo di 10 euro: per comprarli basta andare su www.bancoalimentare.it. In alternativa si può fare una donazione sulla piattaforma di crowdfundingforfunding.intesasanpaolo.com cercando i progetti di Banco Alimentare.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo