carcere cuneo 3
Cronaca
I FATTI

Aggressioni senza sosta al carcere di Torino e a Cuneo: la denuncia [FOTO]

L’OSAPP: “Abbiamo perso il conto degli episodi, circa 50 agenti della Polizia penitenziaria feriti”

Nuova denuncia dei sindacati di Polizia penitenziaria per aggressioni nel carcere di Torino e in quello di Cuneo. A darne notizia l’OSAPP, Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria, per voce del segretario generale Leo Beneduci.

L’AGGRESSIONE AL CARCERE DI TORINO
Il primo episodio risale a venerdì 29 settembre al carcere di Torino: un detenuto, già resosi autore di gravi episodi in passato soprattutto nei confronti di compagni, dopo aver fatto una doccia si è rifiutato di entrare nella propria cella. A quel punto ha attaccato con calci e pugni il personale di Polizia penitenziaria che cercava di convincerlo a rientrare nella propria cella. Gli agenti sono stati portati in ospedale e dismessi con 5 giorni di prognosi per contusioni multiple.

L’ALTRO EPISODIO, A CUNEO
Nella giornata di ieri, invece, a Cuneo un detenuto straniero ha opposto resistenza all’ingresso in cella aggredendo l’assistente capo e cercando di tirarlo con sé in cella strattonandolo per la maglia, senza riuscirci. Alla chiusura della cella il detenuto ha iniziato a sputare in faccia al poliziotto.

LA DENUNCIA DELL’OSAPP
“Quanto accaduto è di estrema gravità, i penitenziari sono nel completo caos organizzativo – dichiara Beneduci -. Occorre dotare gli agenti di strumenti idonei, quali taser o altri mezzi. Abbiamo perso il conto delle aggressioni avvenutee sino ad oggi nel carcere di Torino con circa 50 agenti feriti tra donne e uomini della Polizia penitenziaria. Confidiamo in un intervento urgente e concreto del nuovo esecutivo”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo