Aggredisce il padre e tenta il suicidio, 32enne finisce all’ospedale

L'improvviso raptus di un giovane disoccupato di Frossasco

Aggredisce alle spalle il padre di 68 anni, colpendolo con un cacciavite vicino al collo e poi tenta di togliersi la vita girando verso di sé l’attrezzo e ferendosi al petto come se volesse pugnalarsi. Il tutto sotto lo sguardo scioccato della madre, e moglie del 68enne, che è comunque riuscita a mantenere la lucidità necessaria per chiamare i soccorsi. È successo ieri mattina a Frossasco, pochi chilometri di distanza da Pinerolo e ad avere la peggio alla fine è stato proprio il figlio della coppia, ricoverato in prognosi riservata al Mauriziano di Torino, per le lesioni che si è procurato nel tentativo di uccidersi. Non sembrerebbe comunque in pericolo di vita. Per lui è scattata anche la denuncia a piede libero per le lesioni inferte al padre, da parte dei carabinieri della compagnia di Pinerolo.

Alla base del gesto non ci sarebbero discussioni o attriti tra il padre e l’aggressore, un uomo di 32 anni disoccupato e, pare, con qualche problema psicologico sulle spalle. Niente litigi avvenuti subito prima del fatto o la sera prima. Secondo le ricostruzioni che sono state fatte dai carabinieri, il 32enne ha fatto tutto all’improvviso e senza apparenti motivi. Ha preso il cacciavite e si è avventato sul padre, mentre era girato di schiena, mirando alla parte alta vicino al collo. Nella sua testa deve essere scattato qualcosa che solo lui potrà eventualmente raccontare.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo radiomobile di Pinerolo e il personale medico del 118, che ha trasportato immediatamente all’ospedale Agnelli di Pinerolo sia il padre che il figlio. Per il primo, viste le ferite che erano superficiali, non ci sono stati particolari conseguenze tant’è che è stato dimesso poco dopo. Il 32enne invece, a causa di una complicazione dovuta alle ferite, è stato portato a Torino. In casa al momento del fatto c’era la madre che non ha avuto il tempo materiale per reagire e cercare di evitare quanto successo, tanto la sequenza dei fatti è stata repentina.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single