Foto Fabio Artesi
News
Chiusi gli sportelli degli uffici di via Veronese e corso Bolzano

Agenzia delle Entrate, presidio dei lavoratori contro la riduzione del personale

Entro il 2020 previsti 700 pensionamenti a fronte di 60 assunzioni: “Non garantito il contrasto all’evasione fiscale”

Lavoratori in strada e uffici chiusi. Mattinata di protesta per quasi 600 dipendenti dell’Agenzia delle Entrate, che hanno manifestato davanti alla sede della Direzione Generale delle Entrate.

Sono rimasti chiusi gli sportelli degli uffici di via Veronese e corso Bolzano, a Torino, in ossequio allo sciopero proclamato dalle maggiori sigle sindacali contro il rischio di una drastica riduzione del personale a causa dei pensionamenti.

Secondo le stime dei sindacati, entro il 2020 l’organico si ridurrà di 700 unità, a fronte dell’assunzione di 60 funzionari, con assegnazione dei lavoratori di ruolo a incarichi volti a garantire il servizio all’utenza.

Da parte dei sindacati si paventa il rischio che ci siano meno risorse umane impiegate nel contrasto all’evasione fiscale, diretta conseguenza – si legge in un volantino – di “un’organizzazione obsoleta”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo