Acustica Molinette – Perché sentirci sempre vuol dire sentirsi bene

3415

Il piacere di sentirsi parte del tutto, di ritrovare se stessi e le persone che si amano. In ogni momento, in ogni luogo, anche nel più affollato e rumoroso. Anche se si hanno problemi di udito che non ci consentono di vivere in serenità i nostri attimi di relax o di svolgere al meglio il nostro lavoro. Problemi che oggi possono essere facilmente risolti grazie alla professionalità e alle cure della dottoressa Federica Zolli, da dieci anni al servizio dei torinesi con i suoi apparecchi in commercio presso l’Acustica Molinette di via Genova, diventato per molti un punto di riferimento importante.
Convenzionata sia con l’Asl sia con l’Inail, l’attività propone le migliori marche in commercio tra le quali Oticon, Widex, Phonak, Crai. Ogni cliente ha a disposizione la prima visita gratuita e qualora fosse necessario «siamo in grado di effettuarla anche a domicilio» spiega la dottoressa, sempre pronta ad andare incontro ai propri pazienti. Da lì, si va a stabilire l’entità del problema acustico e quindi si sceglie la protesi che è bene ricordare «oggi è quasi invisibile. Abbiamo apparecchi più piccoli rispetto una volta, in modo che anche le persone molto giovani non si debbano sentire a disagio». Ma quando è necessario ricorrere alla protesi? «Quando si inizia a ripetere la classica frase: “sento ma non capisco le parole”», in quel caso interviene Acustica Molinette e il risultato è assicurato e… invisibile.

Indirizzo: via Genova 18/a
Telefono: 011.5828442.
Orario: 9-12,30; 15-19, chiuso sabato e domenica.