PortaPalazzo
Cronaca
Durante una lite in cui il ferito voleva solo riportare la calma

Ha accoltellato un collega a Porta Palazzo: ambulante condannato a 3 anni

Il gup ha accolto la richiesta del sostituto procuratore: si è trattato di tentato omicidio

Condanna a tre anni, un mese e dieci di giorni di reclusione per il venditore ambulante di Porta Palazzo che ha accoltellato un collega che si stava avvicinando a lui per riportarlo alla calma e proteggerlo nel corso di un diverbio con altri operatori del mercato.

Il venditore condannato è un 32enne di nazionalità sudanese che nel corso della lite ha colpito con un coltello dalla lama lunga oltre 15 centimetri il suo collega, intervenuto solo per cercare di riportare la calma. A salvare da morte certa l’uomo, un immigrato dall’Egitto, solo una circostanza fortunata: la lama ha colpito il borsello che portava addosso.

Il gup Stefano Vitelli del tribunale di Torino ha accolto la richiesta del sostituto procuratore Enrico Arnaldi Di Balme e ha condannato il 32enne per tentato omicidio. L’uomo prima di colpire il suo collega ambulante aveva lanciato un pezzo di ferro verso la folla per poi urlare: “Vi ammazzo tutti”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo