tribunale torino
Cronaca
Avrebbe dovuto scontare 16 anni

Accoltella ex moglie, condanna ridotta in appello

La Corte d’Appello di Torino ha riconosciuto l’eccessività della pena di primo grado, come sostenuto dal difensore di Zangari, l’avvocato Anna Binelli, riducendola

Accoltellò l’ex moglie Fiorilena Ronco, di 42 anni, riducendola in fin di vita a Borgo Vercelli, nel marzo del 2017 Maurizio Zangari, uomo di 50 anni originario di Vercelli.

LA VIOLENZA
L’aggressore aveva aspettato che la donna uscisse dal luogo di lavoro (distante poche centinaia di metri dal posto esatto in cui si son verificati i fatti) per speronarla con la macchina e inferirle alcune coltellate all’addome, procurandole una perforazione del polmone. La Corte d’Appello di Torino ha riconosciuto l’eccessività della pena di primo grado, come sostenuto dal difensore di Zangari, l’avvocato Anna Binelli, riducendola.

LA SENTENZA
Ridotta a 12 anni la pena di carcere, che era stata fissata a 16 anni in primo grado. Il Gup di Vercelli lo aveva condannato ad una pena maggiore di due anni rispetto alle richieste del pubblico ministero in sede di rito abbreviato: il pm, nel febbraio di due anni fa, aveva chiesto, infatti, 14 anni per l’imputato accusato di tentato omicidio.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo