a tu per tu con leonardo
Tempo Libero
LA SVOLTA DEI MUSEI REALI

“A tu per tu con Leonardo” ogni Pasqua

La Pasqua torinese, di qui al 2025, sarà in compagnia di Leonardo. Ad annunciarlo i Musei Reali di Torino. Tredici disegni del maestro del Rinascimento, tra i quali il famosissimo “Autoritratto”, e il “Codice sul volo degli uccelli”, andranno a comporre una piccola ma preziosissima mostra che verrà allestita ogni anno nella settimana di Pasqua alla Biblioteca Reale e che sarà proposta in anteprima nell’esposizione straordinaria, intitolata “A tu per tu con Leonardo”, in programma da sabato prossimo e fino al 3 ottobre, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio e dell’inaugurazione del nuovo impianto di illuminazione della volta affrescata della Biblioteca, impianto realizzato con il sostegno della Consulta per la Valorizzazione dei Beni artistici e culturali di Torino. Finalmente la “Giocondatorinese, cui è stato paragonata per importanza la famosa sanguigna, proprietà della Biblioteca Reale, sarà visibile in date certe, anche se per brevi periodi. Le grandi mostre, infatti, quelle che normalmente durano circa 3 mesi, non fanno al caso delle opere di Leonardo conservate nel caveau della Biblioteca. Trattasi, infatti, di disegni e, si sa, il supporto cartaceo è per sua natura molto fragile. «I protocolli internazionali stabiliscono che i disegni esposti continuativamente per tre mesi debbano poi rimanere “in quiescenza” per quattro anni, al fine di preservarne l’integrità – spiega la direttrice dei Musei Reali Enrica Pagella -. Per questo abbiamo pensato a dei periodi di esposizione più brevi, con date, però prestabilite cosicché chi vorrà vederli saprà quando potrà farlo (dal 16 al 24 aprile 2022, dall’8 al 16 aprile 2023, dal 30 marzo al 7 aprile 2024 e dal 19 al 27 aprile 2025, ndr.)». Il tutto in attesa di nuove possibilità di fruizione di queste opere, cui i Musei Reali stanno lavorando in collaborazione con il Centro di Restauro della Venaria Reale. «Stiamo pensando a delle copie dei disegni da esporre al pubblico in modo continuativo – anticipa la Pagella – , cosa che si sta già attuando in molti musei, dal momento che ormai la qualità delle copie è altissima». «Questa iniziativa dedicata ai disegni di Leonardo – è ancora la direttrice – vuole essere un segnale per rimarcare l’uscita da un periodo difficile e accompagnare la ripresa». Che in una città come Torino, sottolinea il presidente della Consulta Giorgio Marsiai, «riguarda non solo il settore manifatturiero ma anche il mondo della cultura».

E dopo la mostra di Leonardo la Biblioteca proporrà, in occasione delle Atp Finals, una rassegna di una trentina di disegni che fanno riferimento alla figura di Raffaello per le celebrazioni dei 500 anni dalla sua scomparsa, mentre si sta già lavorando a una mostra multimediale su Leonardo in collaborazione con il Museo della Scienza e della Tecnica di Milano.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo