barboni senzatetto
News
IL CASO

A Torino si muore di fame e freddo

La drammatica agonia del clochard trovato cadavere alla Pellerina

E’ morto di fame e di freddo. Il barbone trovato cadavere alla Pellerina non si cibava da giorni, era debilitato e il gelo della notte lo ha ucciso. E’ stato accertato dall’autopsia eseguita giovedì, mentre per conoscere i risultati degli esami tossicologici bisognerà attendere ancora qualche giorno. Secondo il parere del medico legale, se soccorso in tempo, l’uomo poteva essere salvato.

La vittima è stata identificata con certezza, si tratta di Mohamed Hamed, nato in Ciad 43 anni fa, clandestino in Italia. Risolto il giallo sull’identità. Per due giorni, infatti, si è pensato che il cadavere fosse quello di un somalo trentenne, ma quest’ultimo è stato rintracciato ed è vivo. La procura ha aperto un procedimento penale per omissione di soccorso e, come atto dovuto, ha indagato il responsabile del dormitorio della Pellerina della Croce Rossa.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo