Piazza Castello
News
Appuntamento fissato per sabato dalle 14 alle 17

A Torino la prima gara nazionale di rutti. Appendino: “Non abbiamo ricevuto richieste”

A pubblicizzare la manifestazione la pagina Facebook LIGNORANTE: già 473 gli utenti che hanno aderito all’iniziativa. La sindaca scherza: “Avvisate gli amici di Milano che abbiamo un interessante evento da cedergli”

A Torino la prima gara nazionale di rutti? Secondo quanto riporta la pagina Facebook LIGNORANTE (quasi 70mila mi piace) che ha promosso l’evento, sì. Sono già 473 gli utenti che hanno annunciato la loro partecipazione alla manifestazione di fantozziana memoria; 1,9 mila le persone interessate. L’appuntamento è fissato per sabato, dalle 14 alle 17, in piazza Castello.

LIGNORANTE a due anni dalla Quelli della giornata Nazionale Contro Il Risvoltino torna con un nuovo evento Torino Centro. Questa volta in tema sempre ignorante i nostri amici incoroneranno il miglior Rutto libero fatto all’aria aperta … La giuria sarà popolare ed imparziale, gli organizzatori si limiteranno a seguire i concorrenti con il microfono e poi secondo i vostri applausi cercheremo di decretare i 10 finalisti che si sfideranno a colpi d’aria orale per essere decretati campioni” c’è scritto nella descrizione dell’evento.

Ovviamente vincerà soltanto un concorrente, l’iscrizione alla gara è di 1,00 euro che verrà interamente devoluto in beneficenza. Non è un pesce d’aprile come non lo è stata la giornata nazionale contro il risvoltino” specificano gli organizzatore che annunciano anche una “diretta Facebook e radiofonica”.

APPENDINO FRENA E SCHERZA CON SALA.

Chiara Appendino ha voluto fare chiarezza: “Ammesso che l’evento Facebook della pagina Lignorante si concretizzi in un vero evento di piazza, ad oggi non risulta pervenuta alcuna richiesta di occupazione del suolo pubblico, né tantomeno di Patrocinio”. La sindaca ha poi chiamato in causa, scherzano, il collega di Milano, Sala: “Avvisate gli amici di Milano che abbiamo un interessante evento da cedergli”. Poi aggiunge: “Anche se dovesse giungere una richiesta di autorizzazione sarà competenza degli uffici fare le valutazioni del caso, non certo della Giunta, che invece viene coinvolta in caso di richieste di Patrocinio”.

Foto dalla pagina Facebook di Chiara Appendino
Foto dalla pagina Facebook di Chiara Appendino

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo