casa cr 7
Sport
LA NUOVA JUVE

A Pogba la casa di CR7. Dopo il sì di Di Maria accelerata per Zaniolo

Aspettando Di Maria – l’accordo è imminente – ecco qualche chicca sul ritorno di Paul Pogba a Torino: niente più attico a Santa Rita, né passaggi dal kebabbaro di fiducia, il centrocampista ora ha moglie e figli e vuole una casetta più grande. Per lui, a quanto pare, è pronta la megavilla di Cristiano Ronaldo, sulla collina, tra spa, bagno turco, vista mozzafiato sulla città e una camera dei bambini con tanto di murales di Spiderman.

Certo, l’ultimo inquilino è Aaron Ramsey, che però dovrebbe avere ormai preparato le ultime valigie. Di ritorno dai Rangers di Glasgow, il centrocampista è di nuovo in partenza ma la trattativa con il Fatih Karagumruk di Andrea Pirlo è naufragata, come ha confermato il presidente del club turco, Suleyman Hurman, al Sun: «Abbiamo parlato con Ramsey, cercavamo un accordo, ma poi ci siamo arresi».

E allora via libera alla dimora adeguata al Polpo, con tanto di depandance e di garage per la sua Rolls (l’autista dove alloggerà). Per avere l’ufficialità bisognerà probabilmente attendere i primi giorni di luglio, quando sarà ormai imminente la ripresa dell’attività alla Continassa.

E negli stessi giorni dovrebbe arrivare anche Angel Di Maria, come si è detto: l’accordo per 7 milioni di euro a stagione è raggiunto, mancano pochi dettagli. Di Maria vuole giocare un ultimo campionato a grande livello in Europa, in vista del mondiale in Qatar, prima di accasarsi in Argentina alla corte di Tevez. E c’è anche il dettaglio social, che pare confermare il tutto: la moglie di Angel, Jorgelina Cardoso, ha iniziato a seguire la Juventus su Instagram, tanto per entrare in confidenza con l’ambiente.

Di Maria appare l’ideale per il 4-3-3 che ha in mente Allegri, un modulo in cui c’è spazio anche per Zaniolo. La Roma chiede 60 milioni di euro, mentre i bianconeri non sono disposti ad andare oltre i 40-45, una quotazione che i giallorossi non prendono minimamente in considerazione. A tal proposito, la Vecchia Signora ha provato anche a inserire contropartite come Arthur, McKennie e Kean, ma i Friedkin continuano a far muro. La Juventus, quindi, avrebbe pensato a un’altra formula: prestito oneroso a 10 milioni di euro con obbligo di riscatto fissato a 40 milioni di euro, automatico in caso di raggiungimento di determinate presenze.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo