de ligt juve emp
Sport
MERCATO

A fine corsa o corteggiati: così la difesa della Juve del futuro resta un rebus

I dubbi di Chiellini e anche De Ligt piace a United e Barça

Trentotto presenze De Ligt, ventinove Bonucci, ventidue Chiellini (contro le venticinque della scorsa stagione) fino ad arrivare alle sedici partite stagionali di Rugani. Trenta gol subiti, come Milan e Napoli; la migliore retroguardia è l’Inter con 26 reti incassate. Questi sono i numeri, in termini di presenze e di gol subiti, espressi dai centrali difensivi della Vecchia Signora in questa stagione. Numeri che aprono a diverse riflessioni per quel che riguarda la difesa del futuro non solo per l’età dei componenti in questione. Detto che Chiellini sta riflettendo sul da farsi per quel che riguarda il suo futuro (l’Mls è una soluzione ma non sarà facile trovare un posto per il centrale a stagione in corso), Leonardo Bonucci – che avanza con l’età – è stato condizionato, forse per la prima volta in carriera, dagli infortuni. E poi c’è De Ligt, per molti il capitano del futuro, ma con un agente, come Mino Raiola, che è a dir poco una mina vagante. Un paio di grosse big europee sono sulle tracce del difensore olandese. L’ultima a inserirsi alla corsa, specie con l’arrivo del suo ex allenatore Ten Hag, è il Manchester United. Senza dimenticare il Barcellona, che già in passato aveva duellato con la Vecchia Signora per accaparrarsi le prestazioni dell’ex capitano dell’Ajax. Già tesserato nel gennaio scorso, dal 1° luglio Allegri avrà a disposizione Federico Gatti da Torino (ha giocato anche nelle giovanili granata), attualmente centrale difensivo del Frosinone allenato da un altro ex bianconero, il campione del mondo di Germania 2006 Fabio Grosso. Tramontata la pista che portava all’ex Roma Rudiger – si svincolerà dal Chelsea a parametro zero a fine giugno -, promesso sposo del Real Madrid di Carlo Ancelotti, il sogno Bremer è di difficile realizzazione, visto che il centrale granata si è promesso – Cairo permettendo – all’Inter. Dal futuro al presente. Ieri, in vista della sfida di domenica all’ora di pranzo con il Venezia – la Juve è tornata ad allenarsi. Buone notizie arrivano da De Sciglio: per lui solo affaticamento muscolare: «Nessuna lesione», recita il bollettino.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo