img
Sport

Allegri “convoca” Balotelli: «Lo allenerei molto volentieri»

Massimiliano Allegri non si nasconde. All’indomani delle indiscrezioni della stampa britannica, che scrivono di un Mario Balotelli no¬stalgico dell’Italia dice: «Lo allenerei volentieri, ma sarà difficile dato che abbiamo già tanti campioni». L’attaccante del City ha il Milan nel cuore e verrebbe di corsa alla corte di Allegri, ma per gennaio non se ne farà nulla. «Sarà difficile vedere Mario nella nostra squadra visto che abbiamo già tanti campioni», sottolinea l’allena¬tore da Dubai dove i rossoneri sono volati per il ritiro invernale. Con An¬tonio Cassano che «Mi ha sorpreso per la grinta», afferma il tecnico.
BALO, NON RIDO MA SONO FELICE
Non ride e non esulta come quando stava all’Inter, ma giura che non gli manca l’Italia: Mario Balotelli smen¬tisce di voler lasciare il Manchester City. «Sono molto felice qui, anche se i giornalisti in Italia dicono che voglio andare al Milan – sottolinea l’attaccante -. Mi impegno in allenamento, e voglio diventare un giocatore importante per questa squadra. Sono felice anche quando non sorrido. Penso che il compito di un attaccante sia di segnare, è il mio lavoro. Per questo non esulto». A prendere le difese del giovane centravanti con il broncio ci pensa Roberto Mancini, tecnico del City e di Balotelli. «Forse Mario può avere un po’ di nostalgia di casa – dice il Mancio -. D’altronde ha solo 20 anni ed è la prima volta che vive fuori casa». L’ex allenatore nerazzurro chiude però con una toccatina al suo giocatore: «Nel 2011 però spero di avere qualche sorriso in più da lui».

L’articolo di Tiziana Cairati su CronacaQui in edicola in Lombardia il 30 dicembre 2010

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo