img
News

Torino, zingara offre sesso a dieci euro nel bagno dell’ospedale Valdese

 Sesso a pagamento nella toilette dell’ospedale. E’ il servizio offerto da Ramona ( la chiameremo così), una delle zingare romene che dal­le 8 del mattino implorano un obolo importunando i pa­zienti del Valdese in via Sil­vio Pellico. Gonna sgargian­te, lunghi capelli marroni raccolti e nascosti dietro un felpone che la ripara dal fred­do, abborda i potenziali clienti sulla pedana d’acces ­so. Con una formula irripeti­bile che in due parole (e un gesto) non lascia spazio a dubbi, invita a seguirla all’in ­terno.
«Ti aspetto nella toilette», di­ce, abbozzando un sorriso do­rato, ma davvero poco at­traente. La bellezza, del resto, non è la sua forza. Ma la tarif­fa richiesta per un attimo d’amore sulla tazza, per qual­cuno potrebbe essere allet­tante. «Dammi dieci euro», continua a ripetere ad un trentenne che, mentre aspetta di essere chiamato per le ana­lisi del sangue o un rx al tora­ce, esce dalla sala d’attesa per prendere una boccata d’aria. «Dieci euro e facciamo l’amo ­ re nella toilette». Scioccato dalla proposta della zingara, che in un primo momento si era limitata alla solita richie­sta di qualche moneta in cam­bio di un po’ di tranquillità, il giovanotto prova a respinger­la. Ma niente, la questuante­squillo insiste, vuole rag­giungere il suo scopo a tutti i costi. Mentre porge una mano verso chi sta entrando in ospedale, con l’altra continua a ripetere il gesto inequivoca­bile.

 
L’articolo di STefano Tamagnone su CronacaQui in edicola in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta l’8 dicembre 2010

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo