img_big
Cronaca

Fini: “Non credo che ci saranno ribaltoni”

“Il ribaltone è un sovvertimento della volontà popolare. Non credo che ci saranno ribaltoni”. Così il presidente della Camera Gianfranco Fini, che questa mattina, durante una lezione agli studenti del liceo Orazio, ha risposto a una consigliera municipale che gli chiedeva cosa ne pensasse dei ribaltoni politici.

“Ma cosa ne pensa lei di tante promesse non mantenute e di impegni disattesi da chi aveva promesso che la legge sarebbe stata uguale per tutti e poi si è occupato solo degli affari suoi?”, ha proseguito Fini.

“Se qualcuno fosse più umile e pensasse di aver torto lui, invece di invocare sempre il complotto, se qualcuno dicesse che alcuni impegni non sono stati mantenuti, le cose sarebbero state migliori”. “La politica è innanzitutto onestà intellettuale”, ha sottolineato Fini.

Presidente, la coerenza?, chiede dalla platea un consigliere municipale del Pdl. “C’é un momento la mattina in cui mi guardo allo specchio e mi dico che c’é un limite oltre il quale non si può andare, pena la dignità”, risponde Fini. Poi, rivolto al contestatore, aggiunge: “Per te evidentemente non c’é, ma è un problema tuo”.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo