img
Sport

Fallimento Juventus: la Vecchia Signora soffre il mal d’Europa

 In Europa la Juve non è stata fortunata. Ha dovuto far fronte ad una emergenza costante, tra in­fortuni in serie e tanti, troppi, giocatori inutilizzabili per que­stione di regolamento e si è ritro­vata a giocare la sfida decisiva in condizioni climatiche oltre il li­mite.
La premessa è doverosa ma non c’è alibi che possa spiegare quel­lo che resta un clamoroso falli­mento. L’eliminazione dall’Euro­pa League è un danno di immagi­ne incalcolabile. Lo scorso anno la Vecchia Signora fu sbattuta fuori dal girone di Champions e non riuscì ad andare oltre gli ottavi della ex Coppa Uefa. Que­st’anno ha reiterato il disastro, facendo, se possibile, ancora peggio e rendendo vani tutti gli sforzi compiuti fin dalla scorsa estate, a cominciare dalla prepa­razione anticipata.
Il ranking europeo della Juve è in caduta libera e trascina giù con sè anche quello del calcio italiano. L’ambizione è tornare a vincere, la realtà è un percorso da nobile decaduta.
Un fallimento maturato in un girone tutt’altro che proibitivo. La Juve chiude dietro il ricchissi­mo Manchester City di Roberto Mancini, e ci può stare, ma guar­da dal basso anche il modesto Lech Poznan, decima forza del campionato polacco.

L’articolo di Simone Cerrano su CronacaQui in edicola in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta il 3 dicembre 2010

 

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Gruppo Gheron
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo