img_big
Cronaca

Wikileaks, ambasciata Usa: “Salute di Berlusconi rovinata dalle feste”

La salute di Silvio Berlusconi sarebbe minata dalla sua passione per le feste. In un dispaccio dell’ambasciata Usa a Roma dell’ottobre del 2009, viene riportata una confidenza di un personaggio politico del suo schieramento: “I risultati dei test medici su Silvio Berlusconi hanno rivelato un vero disastro. Siamo tutti preoccupati della sua salute”. Lo riporta il Guardian online. Nello stesso dispaccio dell’ambasciata Usa a Roma datato 27 ottobre 2009 si riferisce di come uno stretto collaboratore del Premier abbia detto all’ambasciatore Thorne che la serie di scandali ha lasciato Berlusconi “fisicamente e politicamente debole”, descrivendo il normalmente iperattivo presidente del Consiglio come “senza energie”. In un’altra conversazione con un funzionario d’ambasciata, un esponente politico dello stesso schieramento del §Premier afferma: “Siamo tutti preoccupati per la sua salute, basti pensare che Berlusconi è svenuto tre volte in pubblico negli ultimi anni”. Lo stesso esponente, riferendosi ancora al Cavaliere, dice che “il fatto che faccia tanto tardi la notte, e l’inclinazione ai festini implicano che non si riposa abbastanza”. Nel cablogramma si riportano poi due episodi che hanno riguardato direttamente l’attuale ambasciatore americano David Thorne. “Berlusconi- si legge – si è brevemente assopito durante la prima chiamata di cortesia dell’ambasciatore in settembre ed è apparso distratto e stanco ad un evento del 19 ottobre a cui ha partecipato anche l’ambasciatore Thorne”.

“E’ vero esattamente il contrario di quanto si legge sui siti che raccolgono le presunte rivelazioni di Wikileaks, dove peraltro il mio nome non compare. Di fronte alle voci ed alle insinuazioni che volevano un Berlusconi depresso e senza energia, ho sempre smentito – in ogni sede, pubblica e riservata – tale circostanza e affermato la pura verità. E cioé, che il Presidente del Consiglio era ed è in piena forma, con la vitalità che tutti gli riconoscono e ha sempre affrontato ogni situazione con l’abituale determinazione e la “grinta” di sempre”. Lo afferma il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta riferendosi alle ultime notizie riportate da organi di stampa sulle ‘rivelazioni’ rilanciate da Wikileaks.

 

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Gruppo Gheron
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo