img_big
News

Torino: sconfitti in Regione, gli studenti in rivolta si prendono la Mole (gallery)

La decisione di assaltare il Palazzo della Regione è stata presa dai collettivi universitari sulla scia di quanto accaduto il giorno prima in Senato, mentre quattro cortei convergevano verso Palazzo Nuovo da diversi punti della città. L’ennesima giornata di ordinaria contestazione a Torino è iniziata così, proseguendo con nuove occupazioni e blocchi del traffico.

Dopo un lancio di uova e fumogeni contro la polizia, infatti, tre cariche di “alleggerimento” hanno spento ogni velleità battagliera e costretto i manifestanti ad alzare simbolicamente le mani davanti a scudi e manganelli schierati. Gli studenti hanno lasciato piazza Castello per raggiungere la stazione di Porta Susa e bloccare i binari per quasi un’ora. Po un’altra occupazione. Quella della Mole Antonelliana e delle sale del Museo del Cinema, in linea con le iniziative già messe in atto dai collettivi di Pisa e Roma, che avevano occupato Torre e Colosseo.

L’articolo di Enrico Romanetto e tutti gli approfondimenti su CronacaQui in edicola il 26 novembre 2010 in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta

 

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo