img_big
Sport

Gattuso e Ambrosini: parlano i leader

«Se ci sono le motivazioni giuste, nessuno è indispensabile», parole di Rino Gattuso. Ringhio affida il pensiero della squadra a Milan Channel. Un messaggio chiaro e di­retto, che non ha bisogno di spiega­zioni. Affermazioni a cui fanno eco le frasi di Ambrosini che a Sky dice: « Ibrahimovic è un grande campio­ne, ma non possiamo dipendere da lui», come a dire: tutti utili nessuno deve diventare indispensabile. È uf­ficiale, il Milan si è ritrovato: le insicurezze degli anni passati sono sparite di colpo. I rossoneri, grazie al mercato estivo e ad Allegri, tor­nano ad essere consapevoli della propria forza. Es­sere primi in cam­pionato e avere la qualificazione agli ottavi già in tasca hanno infu­so nelle teste dei giocatori la consapevolezza di esse­re tornati di granito. E la parola “tricolore” non è più tabù. «C’è tanta voglia di scudetto, è ora di rivincerlo – afferma il capitano -. La svolta? La sconfitta di Madrid ci ha insegnato che per competere ad alto livello ci vogliono tante componenti. Ora sia­mo arrivati ad un buon punto, ma dobbiamo fare ancora tanto».

L’articolo di Tiziana Cairati su CronacaQui in edicola in Lombardia il 26 novembre 2010

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo