img_big
Spettacolo

X Factor, la felicità di Nathalie: “Dopo Skin sogno un duetto con la Amos”

«Dopo aver cantato con Skin sogno un duetto con la Amos» Dietro quegli occhi sem­pre sull’orlo di una forte emotività, la 30enne ro­mana Nathalie Giannitrapani
custodisce un cuore indomito da guerriera rock. Ha conquista­to la quarta edizione di “X Fac­tor” – prima donna e prima can­tautrice a riuscire dove perfino l’accoppiata Giusy Ferreri & Ti­ziano Ferro aveva fallito – lot­tando contro tutti, all’inizio an­che con il suo mentore Elio, pur di cantare in finale l’inedito “In punta di piedi” scritto intera­mente da lei. «Mi avevano proposto un testo di Pacifico, che ammiro come uno dei migliori autori in circo­lazione e col quale spero di col­laborare in futuro; ma io volevo cantare un brano che mi rappre­sentasse totalmente», spiega Nathalie ancora incredula per il trionfo sul favorito Davide.
Francesco Facchinetti confer ­ma che «Davide è stato il vinci­tore predestinato fino a quando Nathalie ha cantato il suo inedi­to; poi si è avuta chiara la perce­zione che finalmente a “X Fac­tor” potesse vincere una don­na ». Elio aggiunge: «Trionfo me­ritato: è la più intonata fra tutti i talenti in gara. Voglio illudermi che la vittoria di una cantautrice di qualità sia il segno di un cambiamento: è tempo di pre­miare non solo chi canta bene, ma anche chi crea».
Una traccia del talento di Natha­lie s’è vista anche nello sguardo di ammirazione della carismati­ca Skin durante il duetto “You Follow Me Now” nella finale. Pure lei è stata conquistata dalla grinta della fanciulla romana, che ha iniziato la carriera pro­prio in una tribute band degli Skunk Anansie e ai provini ave­va portato un loro brano. «Can­tare assieme a Skin, che in un’al ­tra puntata aveva giudicato po­sitivamente la mia esibizione, è stata una gioia immensa… un sogno che si è avverato».
Com’è stato l’incontro con il suo idolo? «Emozionante. Fantasti­co. Skin è una persona molto disponibile: si è quasi messa al mio servizio. Mi ha dato consi­gli tecnici molto preziosi e mi ha tranquillizzata. Mi ha incorag­giata a usare la mia voce nel modo più grintoso».
Il prossimo sogno da realizzare? «Cantare assieme a Tori Amos.Il suo disco “Boys For Pele” mi ha cambiato la vita». Nata da una famiglia bilingue – la madre è belga e il padre è nato a Tunisi ma ha origini siciliane – Nathalie si è aggiudicata anche il “Pre­mio della Critica” e ha conqui­stato il web con oltre 200 mila visualizzazioni in sole 48 ore del video di “In punta di piedi”.
«Sono tanti anni che porto la mia musica nei locali e ho le idee chiare su ciò che voglio. Ho già pronte molte canzoni nuove e non vedo l’ora di incidere il primo album tutto di inediti».
Il 30 novembre usciranno gli EP dei tre finalisti Nathalie, Davide e Nevruz, assieme a quelli dei
Kymera e di Stefano. Il mini album della vincitrice s’intitola “In punta di piedi” e oltre all’inedito omonimo contiene le cover “Piccolo uomo”, “Ameri ­ca”, “Tu che sei parte di me” e “Brass In The Pocket”. Sabato prossimo alle ore 15 Nathalie farà la sua prima uscita pubblica allo store Camomilla in Piazza San Babila a Milano.
Dopo il “Re Matto” Marco Men­goni, “X Factor” ha incoronato la grintosa regina rock Nathalie. E in futuro? La quinta edizione non è ancora sicura; ma France­sco Facchinetti, ridendo sornio­ne, ha annunciato la supersfida: «Se tornerà “X Factor”, avremo Elio e Morgan in giuria».
Luca Benedetti

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo