img
Sport

La panchina non abbatte Ronaldinho

Ronaldinho è unico, come lo è il suo singolare sorriso. Lui, Dinho, è così: un mix di allegria, contentezza e spensieratezza. Ed è anche questo a renderlo diverso da tutti, lui appare, anzi è, sempre felice. Anche dopo la quinta panchina consecuti­va. Tant’è che martedì sera al gol dell’1­0 del Milan sull’Auxerre esulta insieme ai compagni che gli siedono accanto in pan­ca, poi entra al 40′ e fa suo il 2-0. Perché lui è così. Ronaldinho non è solo il fantasista che sorride e segna reti da manuale, è anche colui che si fa riprendere tranquilla­mente dalle telecamere in piena notte men­tre esce da un locale dopo aver cenato e suonato i bonghi. In apparenza, per lui, i problemi non esistono. E così, anche il giorno successivo, quando il video fa il giro di tutte le televisioni irritando sia Allegri che Galliani, Ronaldinho resta sereno per­ché sa che prima o poi tornerà titolare. Massimiliano Allegri glielo ha fatto già capire, il brasiliano non ha intenzione di sciupare l’occasione.

 
L’articolo di Tiziana Cairati su CronacaQui in edicola in Lombardia il 25 novembre 2010

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo