img_big
Cronaca

Coppia uccisa a colpi di pistola in Svizzera: è caccia all’uomo in Lombardia

Assassinati a colpi di pistola nel loro ufficio.  Erano ormai senza vita da molte ore, quando li hanno trovati, Gianpiero Ferrari e Gabriella, 58 e 57 anni, marito e moglie, trovati a Zalende, frazione di Brusio (Svizzera), al confine con la Valtellina. I coniugi sarebbero quindi stati uccisi a colpi d’arma da fuoco da un assassino che poi si è dato alla fuga.  Da ieri pomeriggio sono stati istituti diversi posti di blocco in tutta la Val Poschiavo, ma anche nella fascia di confine con la Valtellina, in provincia di Sondrio.

Si tratta del titolare di un’impresa di costruzioni di 58 anni e di sua moglie, 57 anni. La Procura ha già aperto una inchiesta, anche perchè la pista seguita è quella del duplice omicidio.  Sul posto oltre agli agenti di polizia, sono arrivati il medico legale e specialisti della Polizia cantonale e della Procura pubblica.

I familiari delle vittime sono stati assistiti fin da subito dal Care Team Grischun, per un aiuto psicologico.  La polizia al momento non ha fornito dettagli né sul movente né su possibili sospetti. Potrebbe essersi trattato di un delitto a sfondo passionale così come una questione di interesse, visto che le due vittime sono stata freddate in ufficio. Di sicuro, però, l’assassino è ancora in fuga.

Dopo l’allarme, posti di blocco sono stati istituti in tutta la Val Poschiavo. Controlli di polizia sono stati effettuati anche in Valtellina (Italia), che dal luogo del duplice delitto dista soltanto cinque chilometri, e in tutto il nord della Lombardia.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo