img_big
Cronaca

“Fiducia o voto, irresponsabile aprire la crisi ora”

“Se non c’è la fiducia si va a votare”. L’ha detto il presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, secondo cui è stato “irresponsabile aprire la crisi ora”. Il 14 dicembre – ha osservato parlando con i giornalisti al Quirinale – “è il giorno in cui si deciderà se l’Italia può avere quella stabilità importante per resistere alla crisi. Non credo che si possa fare un Berlusconi bis, serve la fiducia e un Governo solido”. Berlusconi  ha anche annunciato per domani, durante il Consiglio dei ministri, la nomina del presidente della Consob. Per quanto riguarda le eventuali elezioni, il Pdl si era detto d’accordo con quanto dichiarato ieri dal ministro Umberto Bossi. “Se non c’è la fiducia al governo – aveva dichiarato il coordinatore, Ignazio La Russa – la data più probabile per andare a votare è, come dice Bossi, il 27 marzo. Il governo vive di sicuro fino al 14 dicembre – ha aggiunto La Russa. Tecnicamente i tempi sono quelli, ma è tutto da vedere”.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo