img_big
Cronaca

Palermo: non gli vendono la casa e lui prova ad ucciderli dandole fuoco, incastrato da una tuta

I vicini non volevano vendergli la casa e allora lui l’ha bruciata, cercando di ucciderli. E’ successo a Palermo, e la polizia ha arrestato il presunto responsabile. Si tratta di un vicino di casa delle vittime, due anziani coniugi che rischiarono di morire con il loro nipotino di 9 anni. Per l’uomo, un 63enne, si sono aperte le porte del carcere e adesso dovrà rispondere dell’accusa di tentato omicidio e incendio doloso.Lo scorso febbraio, i due anziani e il bambino stavano riposando nella stanza da letto del loro appartamento, in una palazzina a due piani, e non ebbero il tempo di accorgersi che le fiamme, partite dalle persiane del piano terra, avevano già avvolto gran parte della facciata. Fu un automobilista a dare l’allarme ai vigili del fuoco, che riuscirono a salvare i nonni e il nipotino. La polizia arrestato il presunto responsabiledopo aver trovato a casa sua la stessa tuta indossata dall’uomo ripreso durante il rogo da alcune telecamere piazzate nella zona.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo