img
News

Pinerolo, bimbi picchiati e prigionieri al buio. Sotto sequestro l’asilo dell’orrore (video)

Picchiati, insultati, costretti a mangiare il loro vomito. È un vero e proprio campiona­rio degli orrori quello che arriva dall’asilo nido “Nel paese delle meraviglie” di Pinero­lo. Un nome che sembra quasi una beffa, perché più che mera­viglie i bambini lì dentro viveva­no degli incubi.
NON È STATA UNA SORPRESA
L’antica villa di una contessa, nascosta tra alti alberi verdi e con un bel cortile dove giocare d’estate, a pochi passi dal centro.
All’interno, le antiche stanze dei nobili sono state riconvertite in sale dove giocare o in cui dormi­re, con una cucina attrezzatissi­ma per la preparazione in loco dei pasti per i piccoli ospiti. In teoria un posto splendido per un asilo destinato ad ospitare una quarantina di piccoli dagli 8 ai 36 mesi di età. Un numero che però ultimamente era drasticamente calato, perché già da qualche tempo tra i genitori si era diffusa la voce che tra quelle antiche mura qualcosa non fun­zionava a dovere.
INCHIESTA APERTA A FEBBRAIO
Negli ultimi mesi infatti in molti avevano preferito ritirare il pro­prio bambino dalla struttura.
Quando ieri i carabinieri di Pine­rolo, guidati dal capitano Paolo Iacopini, hanno raggiunto l’edifi ­cio di via Alliaudi 41 all’interno hanno trovato solo una ventina di bambini, oltre alle maestre, alle inservienti e alle tre titolari.

L’articolo di Claudio Neve e altri particolari su CronacaQui in edicola in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta il 12 novembre 2010

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo