img
Sport

Armani, a Valencia una sfida fondamentale

Alla Fonteta di Valencia questa sera (20.45, Sportitalia 2) c’è il primo sno­do importante della stagione dell’Olimpia Milano. Una sconfitta si­gnificherebbe inficiare pesantemente il cammino europeo perchè la squadra spagnola sarà probabilmente quella su cui fare la corsa per l’approdo alle Top16.
Il momento della squadra arancione è molto delicato: nell’Acb i ragazzi di Hussein sono reduci da 5 sconfitte consecutive mentre in Eurolega l’unica vittoria è quella della settimana scorsa contro il CSKA. L’Olimpia vuo­le traslare in Europa l’entusiasmo ge­nerato dal primato in campionato ma dovrà ancora gestire l’emergenza nel pacchetto lunghi dove Petravicius è chiamato all’ultimo sforzo prima di un periodo di riposo. Sotto le plance Jav­tokas e Lishchuk hanno le carte in regola per fare la differenza anche se il centro ucraino non è al meglio della condizione. Il Valencia è una compa­gine che si impernia sulla qualità di 2 giocatori spagnoli, Martinez e Claver.
È fondamentale non farli entrare in partita per cercare di espugnare un campo che in ambito europeo prima di questa stagione era stato violato solo 5 volte in 81 partite.
Milano però sulla carta è più forte e Piero Bucchi non si nasconde alla vi­gilia del match: «Quella di Valencia è una partita molto importante per noi – ha dichiarato il coach biancorosso – specie dopo le ultime due sconfitte di Eurolega. Recuperiamo Petravicius, seppur in condizioni precarie, e potre­mo contare anche sul suo apporto, gra­zie alla generosità con cui gioca pur avendo dolore. Valencia è una buona squadra, ha battuto come noi il CSKA tenterà di sfruttare in tutti i modi il secondo turno casalingo consecutivo. Sono convinto che li affronteremo con il giusto spirito e con l’approccio giu­sto, sapendo che vincere in Spagna sarebbe importantissimo».

Michele Gazzetti

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo