img
News

Eros a tutto volume: Lady Gaga non delude. Fans beffati dai falsari

Un concerto travolgente che ha entusiasmato i tanti fan accorsi a Torino per lei. È stato infatti un vero e proprio successo ieri il super concerto dell’attesissima Lady Gaga, in scena dalle 21 sul palco del PalaOlimpi­co. Uno stage gigantesco di 22 metri per 30 realizzato per l’occasione, dove la popstar americana ha trascinato il pub­blico con quasi due ore e mezza di musica senza respiro.
Ad aprire lo spettacolo (organizzato da Set Up), che apre il tour italiano della cantante, le note del brano “Dance in the dark” dove Lady Gaga ha subito sfoggiato come al solito un abito tra­sgressivo e d’impatto, che poco lasciava all’immaginazione. La serata, che fatto registrare il tutto esaurito, è continuata con i grandi successi dell’esuberante ventiquattrenne newyorchese come ” Just dance”, ” Telephone”, ” Alejan­dro” o la notissima “Poker face”, pre­sentata al folto pubblico torinese in un remix inedito. Dopo tantissimi applau­si e un continuo show di giochi pirotec­nici e effetti speciali, Lady Gaga si è congedata sulle note di “Bad romance” e “Paparazzi”, il brano che l’ha fatta conoscere al mondo intero. Un concerto che ha rispettato le attese e che non ha deluso i tantissimi little monsters, così chiama i suoi fan la cantante di origini italiane, che sono accorsi da tutta Italia per la prima tappa nel Belpaese del suo “Monster Ball Tour”. Quasi tutti giova­ni e giovanissimi, la maggior parte di loro si è divisa tra il PalaOlimpico e il Golden Palace, l’hotel in cui la diva aveva prenotato una maxi suite. E pro­prio dall’albergo di via Arcivescovado la cantante è uscita verso le 17.30 di ieri per dirigersi al palazzetto di corso Seba­stopoli. Nessun cenno ai fan che l’aspet­tavano lì davanti e allora tutti di corsa ai cancelli del PalaOlimpico, la cui aper­tura era prevista già alle 18. Ma la mag­gior parte degli affezionati sostenitori erano in coda già da parecchie ore.
Enrica e Fabio per esempio si erano presentate ai cancelli già alle 9 di ieri mattina dopo un viaggio notturno dall’Abruzzo, mentre scambiando due parole con gli altri ragazzi in attesa la parola d’ordine comune era essere stes­si, perché come dice nei sui brani Lady Gaga “everyone is special”. Per altri, in arrivo da Firenze, la trasferta a Torino si è rivelata una beffa, molti fans infatti hanno comprato il biglietto da alcuni siti web che promettevano di essere ufficiali. E invece, la ricevuta non aveva alcun valore. Affari d’oro, di conse­guenza, per i bagarini: da 70 a 100 euro
per un ticket.

Alessandro Banfo

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo