img
News

Imprese, segnali di crescita: in Piemonte sono 471mila

Torna a crescere il numero di aziende iscritte al registro delle imprese delle Camere di com­mercio piemontesi. Nel terzo tri­mestre 2010 il bilancio è in posi­tivo per 1.875 unità, dato che porta il numero complessivo di aziende piemontesi alla soglia di quasi 471mila. La crescita è stata dello 0,40%, dato più elevato nel confronto con il 2009, quando il valore si fermò allo 0,25%, anche se il dinamismo regionale è più lento rispetto alla media nazio­nale, che nello stesso periodo ha registrato un incremento pari al +0,49%. «La voglia di fare impresa in Pie­monte continua a crescere – com­menta Ferruccio Dardanello, presidente di Unioncamere Pie­monte -. Questo è un segnale im­portante, che ci permette di esse­re ottimisti sulla ripresa dell’in­tero circuito economico e dell’occupazione. Per sostenere questa rinnovata vitalità occorre insistere nella semplificazione delle procedure necessarie non solo per avviare un’attività d’im ­presa, ma soprattuto, per gestir­la, anche attraverso un migliora­mento dell’accesso al credito per la neoimpresa. Ancora una volta – conclude Dardanello – l’impe­gno prioritario delle Camere di commercio è di creare le condi­zioni migliori di competitività dei territori, ossia i presupposti essenziali non solo per far nasce­re le imprese, ma soprattutto per farle competere a livello nazio­nale e internazionale». La spinta propulsiva più intensa alla crescita del numero di im­prese registrate in Piemonte è data dal settore del turismo, au­mentato dello 0,85%, seguono le costruzioni (+0,50%) e i servizi (+0,20%). Ancora in negativo ri­sulta invece l’industria, che la­scia indietro lo 0,32% e ottiene il dato peggiore tra tutti i comparti, l’agricoltura, che perde lo 0,12%, e il commercio, che lascia indietro lo 0,6%. A livello terri­toriale Torino si posiziona al quinto posto come crescita del numero di imprese e registra un incremento dello 0,41%. «Siamo soddisfatti dei timidi se­gnali di ripresa della nostra eco­nomia così come emergono dai dati divulgati da Unioncamere ­ha commentato l’assessore regio­nale alle Attività produttive, Massimo Giordano -. La crescita del numero delle imprese nell’ultimo trimestre ci conforta e convince della necessità di pro­seguire con l’opera di sostegno alle imprese, già avviata dal Pia­no straordinario per l’occupazio ­ne». Proprio del Piano varato a giugno dalla giunta regionale si è parlato ieri durante un incontro tra gli imprenditori e Giordano. Gli imprenditori – è scritto in un comunicato – si sono dichiarati sostanzialmente d’acco rdo su ll’efficacia del documento, pur evidenziando qualche criti­cità nell’applicazione di alcune misure per le quali la Regione si è assunta l’impegno di rivederle in modo da renderle più efficaci. Di crescita economica si tornerà a parlare nei prossimi giorni, quando sarà varato il Piano per la competitività del Piemonte.Alessandro Barbiero

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo