img_big
News

Torino: far west al chiosco, ubriaco fa fuoco contro due clienti

«Sembrava il Far West. C’era uno che sparava all’impazzata con una pistola». Lo raccontano, ancora sconvolti, alcuni pensionati che abitualmente trascorrono i pomeriggi estivi seduti su una panchina di piazza Manno, nel quartiere delle Vallette. «Ci portiamo un tavolino – dicono – e giochiamo a tresette». Un pomeriggio, quello di ieri, come tutti gli altri, almeno fino alle 18: «Ad un certo punto è arrivata un’auto – proseguono i pensionati -, chi la guidava l’ha parcheggiata al lato del chiosco ed è sceso. Non lo avevamo mai visto».Gli anziani, incuriositi, hanno interrotto la partita a carte: «Quel tipo urlava all’indirizzo di altre due persone che erano sedute al tavolino del chiosco. E’ stato un attimo. Non ha neppure dato il tempo a quei due di rispondere che ha estratto una pistola e si è messo a sparare. Cosa sia accaduto dopo non lo sappiamo, anche noi ci siamo riparati, benché fossimo abbastanza distanti».Le testimonianze non sono poche, il fatto è avvenuto in pieno giorno e a quell’ora piazza Manno è frequentata da molte persone. «Mi è sembrato che quell’uomo abbia sparato in aria, certamente non ad altezza d’uomo e le due persone che stavano vicino a lui sono scappate». C’è chi dice due colpi, chi di più, certo è che i cartellini che la polizia scientifica ha posto al suolo e che indicano le ogive ritrovate erano almeno cinque.«Si – aggiunge un pensionato che stava rincasando -, quello ha scaricato l’intero caricatore della pistola». Dopo gli spari l’uomo si è seduto taciturno su una panchina, ha posato l’arma e ha chiesto da bere al gestore del chiosco.Rapido l’intervento delle volanti della polizia, chiamate da alcuni testimoni, che sono arrivate sul posto e hanno fermato lo sparatore. Si tratta di Andrea Gallo, 40 anni, residente a Venaria reale, con precedenti per estorsione.Gallo si è fatto ammanettare senza opporre resistenza ma nell’interrogatorio che ne è seguito, non ha fornito spiegazioni su quanto accaduto.L’uomo era, a quanto è stato riferito, in evidente stato confusionale, certamente ubriaco, forse anche sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.Gallo è stato arrestato ed ora dovrà rispondere di numerose accuse, compreso il porto abusivo di arma da fuoco e di esplosione di colpi in luogo pubblico. per capire ciò che ha provocato l’azione del pregiudicato, gli agenti delle volanti si sono messi alla ricerca delle due persone contro le quali Gallo avrebbe rivolto la sua rivoltella.Nessuno però, almeno per il momento, ha saputo fornire nomi o descrizioni degli scampati. «Quel che è certo – riferiscono dalla polizia – è che Gallo non ha sparato per uccidere». Saranno le indagini, infine, a verificare se quei colpi siano stati rivolti verso l’alto perché il pistolero non era in sè oppure per graziare volutamente le due potenziali e per ora sconosciute vittime.bardesono@cronacaqui.it

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo