img_big
News

«Aprite, pubblicità in buca». E li rapina pistola alla mano

Due uomini di nazionalità italiana stanno seminando il panico nel quar­tiere San Paolo, tra via Villar Focchiar­do e via Bardonecchia. Nel solo mese di luglio i malviventi hanno colpito ben quattro volte. Identico in tutte le occa­sioni il loro modus operandi. Mentre uno dei due faceva da palo, nel cortile o davanti all’ingresso della casa, l’altro suonava al citofono e con il più classico dei “pubblicità in buca” si faceva aprire il portone riuscendo, così, ad introdur­si indisturbato all’interno dell’edificio. Quando l’anziano o la casalinga di tur­no cascavano nella trappola scattava la seconda parte del piano. Il malinten­zionato si presentava pochi minuti do­po davanti alla porta e con una scusa cercava di entrare dentro all’apparta mento. L’episodio più eclatante si è registrato in via Villar Focchiardo quando il pre­sunto ladro è riuscito ad introdursi all’interno di un alloggio, aggredendo e minacciando con tanto di pistola una giovane donna. Una serie di episodi che non ha lasciato indifferente nem­meno la circoscrizione Tre. «Un fatto molto grave – spiega Daniele Valle, coordinatore al Commercio della Tre -. Provvederemo ad allertare imme­diatamente le forze dell’ordine chie­dendo di prestare attenzione a questi individui che girando armati potrebbe­ro essere molto pericolosi e disposti a tutto». Un quartiere, borgo San Paolo, che negli ultimi mesi ha subito una preoccupante escalation di reati. Basti pensare alla sola via Frejus dove tra ottobre e aprile si sono verificati decine e decine di furti che hanno mandato in crisi moltissimi commercianti. «È una situazione che non va affatto sottovalutata – continua Valle, che ag­giunge -. Chiediamo ai residenti di fare molta attenzione quando qualcuno suona al loro campanello. Questo po­trebbe essere l’unico modo per limitare al minimo le malefatte di questi balor­di».[ph.ver.]

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo