img_big
News

San Giovanni a Torino: aspettando il Farò gare e cortei storici animano il centro

San Giovanni è dietro l’angolo e per celebrare il santo patrono le iniziative saranno come sempre numerosissime. Il cartellone ricco ed eclettico è già partito nei giorni scorsi, con eventi musicali e varie manifestazioni, ma tra oggi e domani raggiungerà l’apice.Già a partire dalle 17 di oggi via libera quindi agli eventi folkloristici con le sfilate delle bande musicali nelle strade comprese tra piazza Statuto e via Garibaldi. Il tradizionale corteo storico, firmato dall’Associassion Piemonteisa partirà invece da piazza Carlo Felice alle 18 e attraverserà via Roma fino a piazza Castello per poi proseguire verso il Duomo, piazza Palazzo di Città, via Pietro Micca e tornare alla fine in piazza Castello. Almeno mille i figuranti che, abbigliati con i costumi tradizionali, saranno protagonisti della classica sfilata. Guida d’eccezione, naturalmente, la solidissima coppia Gianduja e Giacometta. Largo quindi agli intellettuali locali che si ritroveranno in Comune dove verrà consegnata al sindaco, verso le 20, della copia vincitrice del “Premio tesi di laurea su Torino”. Dalle 20.30 partirà il gran finale della prima giornata. In piazza Castello la compagnia Città di Torino presenterà infatti uno spettacolo di folclore con canti e danze tipicamente piemontesi. Tra una curenta e un giro di ghironda si farà quindi l’ora per il consueto Farò. Alle 22.30 in piazza Castello Associassion Piemonteisa accenderà la pira per compiere il rito propiziatorio pagano che storicamente conclude della vigilia di San Giovanni. Con il fuoco scoppiettante, infine, ancora spazio ai balli con Gianduja e Giacometta impegnati ad aprire le danze con una scatenata Monferrina.Ma le feste per le strade cittadine non si esauriscono naturalmente con la giornata di oggi e il ricco programma degli eventi continuerà per tutto domani. Debutto alle 10 con la consueta messa in Duomo, alla fine della quale tutti saranno invitati ad un viaggio attraverso i gusti locali con il mercatino della Federazione coltivatori diretti che si terrà in piazza Palazzo di Città. Spazio poi ai trasporti. Prima gli amanti del ciclismo si incontreranno, fino alle 13, al Parco Michelotti con una cicloturistica non competitiva su una distanza di dodici chilometri poi quanti preferiscono le quattroruote si daranno appuntamento alle 15.30 con la sfilata di auto storiche in via Po. Dopo un pomeriggio di eventi sarà quindi ora della conclusione, alle 22.30, con lo spettacolo pirotecnico che quest’anno si preannuncia ricco di novità. Vale poi la pena di ricordare che, per chi non volesse sostare nelle strade in festa, domani i principali musei cittadini – ad eccezione del Museo Accorsi – hanno deciso di non abbassare la saracinesca. Il Museo del Cinema, per esempio, osserverà il consueto orario (dalle 9 alle 20), così come la Pinacoteca Agnelli (dalle 10 alle 19) ed il Museo Egizio (dalle 8.30 alle 19.30). Aperti, ma con orario addirittura prolungato, anche il Museo Regionale di Scienze Naturali (dalle 10 alle 22), l’Armeria Reale e la Galleria Sabauda (entrambe dalle 8.30 alle 19).

 

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo