img_big
Cronaca

Maltempo: madre e figlio morti abbracciati nel fango a Carrara, massima allerta in tutta Italia

Una madre e il suo bambino morti nel fango, uccisi da una frana che si è abbattuta sulla loro casa a Massa. Li hanno trovati i soccorritori dopo ore di ricerche, abbracciati l’uno all’altro, sotto le macerie. E’ la conseguenza più grave causata dall’ondata di maltempo che nelle ultime ore si è abbattuta su tutta l’Italia. E le previsioni non lasciano presagire nulla di buono.La Toscana e tutto il Nord sono sott’acqua, e mentre in Piemonte sale l’allerta, in Liguria, Lombardia, e a Vicenza si sono già registrati allagamenti. Il livello idrometrico del Po è salito di quasi 2,5 metri in 24 ore a causa delle precipitazioni eccezionali, il Seveso e il Lambro sono già straripati. A Vicenza è esondato il Bacchiglione.In Alta Brianza le situazioni più critiche si sono registrate nei Comuni di Briosco e Agliate, dove la Protezione civile ha installato paratie mobili di contenimento, e a Renate, alla confluenza con il torrente Bevera. A Biassono il Lambro è esondato nella zona industriale, invadendo alcuni capannoni. A Monza le acque sono straripate nella zona di via Boccaccio, nei pressi del Parco, invadendo le strade per ore. A Cologno Monzese (Milano) 118 e Protezione civile allertati per l’evacuazione degli abitanti del quartiere S.Maurizio al Lambro, abitualmente al centro di pesanti disagi in queste occasioni. Sono tracimati, a Milano, il Seveso e il Lambro. I problemi più grossi si sono avuti al limitare della città, su alcuni svincoli di autostrade e tangenziali, e in qualche sottopassaggio.Dalla mezzanotte l’alta Valcellina, in Friuli Venezia Giulia, è isolata dal versante pordenonese per la tracimazione del torrente Varma in comune di Barcis (Pordenone).Frane e allagamenti si registrano nel Genovese e la situazione è critica anche nello spezzino, in Liguria. Il fiume Magra, che esondò la notte di Capodanno 2010, è a livello di guardia. I suoi affluenti sono tutti tracimati. Monitorato anche il fiume Vara, esondato in alcuni punti. La diga di Brugnato è sotto osservazione da parte della Protezione civile e dei vigili del fuoco.Problemi legati al maltempo anche nel Sud d’Italia. Sono state tutte sospese le corse degli aliscafi che collegano le isole di Capri, Ischia e Procida con Napoli e viceversa, a causa del forte vento e mare di scirocco. Procida, Capri e Ischia restano per ora collegate solo con i traghetti.A Massa la mamma e il suo bambino sono stati ritrovati senza vita nella loro abitazione travolta ieri sera dal fango e dai detriti staccatisi dalla collina che sovrasta Lavacchio, frazione di Massa Carrara. Sono Nera Ricci, di 39 anni, e il figlio Mattia Guadagnucci, di appena 2 anni. Ancora senza esito, invece, le ricerche di un 48/enne, A.M., travolto da un’altra frana in località Mirteto, sempre nel comune di Massa.Il padre, un minuto prima che la frana colpisse dall’alto la sua abitazione, si era alzato per andare in bagno. È per questo che è sopravissuto alla tragedia che ha colpito l’abitazione in zona Lavacchio, adesso posta sotto sequestro. L’uomo è stato medicato al pronto soccorso per alcune lievi ferite. La coppia ha un’altra figlia di 16 anni che ieri sera era fuori casa per festeggiare Halloween con gli amici. Un’altra donna ha visto entrare il fango da una finestra ed è riuscita ad uscire prima che la sua casa fosse invasa dai detriti.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo