img_big
News

Ileana Tacconelli, “troppo sexy e conturbante per fare la maestra”

Troppo sexy e conturbante per sedere dietro alla cattedra. Questa la protesta di alcuni genitori degli alunni del collegio San Carlo di Milano. La 28enne Ileana Tacconelli, 28 anni e un curriculum di tutto rispetto √® finita nel mirino dei genitori soprattutto per alcuni video in cui compare troppo poco vestita. Miss Abruzzo e aspirante Miss Italia, Ileana √® stata anche protagonista di alcuni video al fianco del comico Maccio Capatonda, trasmessi da “Mai dire gol”. Proprio questi sarebbero finiti nel mirino dei genitori del San Carlo, che giudicano la ragazza inappropriata all’insegnamento.”Ileana ha superato tutte le nostre pi√Ļ severe selezioni, ha affiancato alcune maestre prima della conclusione del passato anno scolastico per conoscere ed entrare in sintonia con i nostri metodi didattici ed √® stata seguita da un tutor che ha supervisionato il suo lavoro – ha spiegato a “Il Giornale” il preside Osvaldo Songini -. Per noi √® un’ottima insegnante con tutti i requisiti che noi esigiamo”.”Sapevamo dei suoi trascorsi perch√© anche lei non ne ha mai fatto mistero – ha aggiunto – Ma non siamo degli ottusi paolotti che arrivano a prendere provvedimenti punitivi sulla base di qualche pettegolezzo. Anche se rispettiamo la scelta dei genitori dei bambini, che sono i primi artefici dell’educazione dei loro figli”.Una mamma ha deciso addirittura di ritirare la figlia dalla scuola: “Mi sono sentita tradita, persino sulle due presunte lauree di Ileana mi hanno mentito. Ha solo una triennale conseguita allo Iulm e poi ha fatto un corso di specializzazione. – ha spiegato la donna -. Un istituto come il San Carlo non pu√≤ permettersi di trattare cos√¨ dei genitori che volevano chiarezza e correttezza”.Dal suo canto, Ileana √® convinta della sua scelta. “Io resto al mio posto, non ho mai fatto niente di cui vergognarmi e poi al San Carlo mi trovo benissimo”, ha replicato la maestra travolta dallo scandalo scolastico. Alunni e pap√† possono tirare un sospiro di sollievo.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo
banners