img_big
News

Soli, poveri, malati. Il male di vivere di 350mila anziani in Piemonte

Vite in solitudine quelle degli anziani nella nostra città, spesso alle prese con una magra pensione che non permette loro di arrivare a fine mese o, ancor peggio, con patologie molto spesso gravi o che improvvisamente stroncano la loro esistenza “naturalmente”, come è acca­duto ai due coniugi torinesi trovati morti nella loro abitazione e di cui nessuno sapeva nulla da giorni. O, dramma nel dramma, anziani in condizione di non autosufficienza assistiti da famigliari che vivono, loro malgrado, in condi­zioni altrettanto precarie.L’ESERCITO DELLA TERZA ETA’In Piemonte gli anziani “soli” sono un vero esercito: sono 346mila ( 92mila uomini e 253mila donne) e hanno un’età che va dai 60 anni in su (sono 55,8 ogni 100 anziani di età tra i 60 anni e oltre). In Piemonte gli over-65 si attestano a 1 milione e 6.405, 487.605 sono gli over 75. Ben altri i numeri dell’area metropoli­tana: gli over-65 sono 380.122, gli over-75 174.602; in città gli over-65 raggiungono quota 215.853, gli over-75 sono 104.563. Infine, in provincia: gli over-65 sono 504.611, contro gli over-75 pari a 235.225.L’articolo di Liliana Carbone su CronacaQui in edicola in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta il 15 ottobre 2010

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo