img_big
News

Savona: mamma depressa strangola figlio di tre anni, tenta il suicidio e poi confessa

Ha strangolato il figlio di tre anni e poi si è buttata con l’auto in dirupo. Lei si è salvata, ma per il piccolo non c’è stato niente da fare. La tragedia si è consumata a San Bartolomeo del Bosco, in provincia di Savona e la donna è stata condotta prima in questura e poi in ospedale, dove ha confessato l’infanticidio. Gli investigatori stanno sentendo anche il marito, che quando i soccorritori sono arrivai sul posto l’hanno trovato nei pressi del corpicino. Il cadavere, avvolto in una coperta, è stato trovato lungo un viottolo che collega la strada principale al Santuario di Naso di Gatto. Secondo gli inquirenti la donna potrebbe aver ucciso in preda ad una crisi dovuta alla depressione posta partum di cui pare soffrisse. Qualchegiorno fa, aveva messo alla luce un altro bambino. (foto archivio)

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo