img_big
News

‘Ndrangheta a Reggio, un bazooka per minacciare Pignatone: “Possiamo colpire quando vogliamo”

“Possiamo colpire quando vogliamo”. E’ il messaggio mafioso che la ‘ndrangheta ha affidato alla voce dell’anonimo che, dopo aver pronunciato frasi minacciose nei confronti del procuratore capo di Reggio Calabria, Pignatone, ha indicato con una telefonata il luogo in cui la polizia ha poi trovato diverse armi, tra cui un bazooka. Le armi sono state ritrovate vicino a lla cabina telefonica nei pressi del Consiglio Regionale, nella zona Nord della città, che è attualmentre transennata.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo