img
News

Milano: “Martellate ai coniglietti nell’ora di anatomia”. Denunciato prof di liceo

«Siamo frastornati, increduli, è stato un fulmine a ciel sereno». È questo il commento, a caldo, del vicepreside di un istituto scolastico milanese, dopo aver appreso la notizia della denuncia presentata dalla Lav (Lega Anti Vivisezione) nei confronti di un docente della scuola, per aver ucciso, in classe, due conigli. Il docente, secondo le testimonianze raccolte dall’associazione in seguito a una segnalazione ricevuta a luglio, avrebbe fatto arrivare in classe, di fronte agli studenti, quattro conigli fatti appositamente uccidere per scopi didattici, al fine cioè di sezionarli e studiarli. Due di questi, tuttavia, essendo ancora vivi, sarebbero usciti dal contenitore in cui si trovavano, così il docente li avrebbe afferrati, tentato di strangolarli e poi presi a pugni. Uno dei due, sopravvissuto alla violenza, sarebbe stato definitivamente colpito a martellate sul cranio.L’articolo completo su CronacaQui in edicola in Lombardia il 5 ottobre 2010

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo