img
Cronaca

Lerda: «Il Toro deve ancora migliorare»

Il Toro vince senza con­vincere e sotto i colpi della contestazione al presidente Cairo. È il clima surreale che si vive sotto la Mole, con una squadra che pian piano mi­gliora, ma che deve isolare la propria testa da quella che è la protesta degli ultrà (conte­stati a loro volta dal resto dello stadio Olimpico) nei confronti del patron grana­ta.NESSUNA SORPRESA«È dall’inizio del ritiro, a Norcia, che il presidente vie­ne contestato», ha fatto nota­re Franco Lerda. Pertanto non c’è stato alcuno stupore sabato, da parte del tecnico, quando gli ultrà hanno ini­ziato a inneggiare contro il patron: «Mi sarei stupito del contrario – ha detto Lerda ­. In ogni caso Cairo ha poi parlato molto chiaramente dopo la partita, in modo molto schietto » , e quindi l’allenatore centallese confi­da nella voglia di andare avanti del numero uno del Toro, senza però addentrarsi in discorsi e ragionamenti che potrebbero metterlo in difficoltà: «Non mi sento di dare giudizi riguardo questa situazione. Ha parlato il pre­sidente a riguardo e credo basti», sono state le parole di Lerda che, però, non nascon­de che tutto ciò incida in qualche modo sul rendi­mento della squadra. «I ra­gazzi devono pensare a cosa fare in campo, anche perché – ha fatto notare – la contesta­zione non li riguarda. Tutta­via è anche vero che non è semplice isolare la squadra da questa situazione, che di certo non ci fa piacere».L’articolo di Andrea Scappazzoni su CronacaQui in edicola in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta il 5 ottobre 2010

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo