img_big
News

Violinista 18enne scopre il suo bacio gay sul web, annuncia il suicidio su Fb e si butta nel fiume

Umiliato sul web con la pubblicazione di un filmato che lo ritraeva mentre baciava un altro ragazzo, ha scelto Facebook per annunciare il proprio suicidio. “Mi getto dal George Washington Bridge, scusatemi”, ha scritto il diciottenne Tyler Clementi, promettente violinista dell’Università di Rutgers. L’hanno trovato nel fiume Hudson, morto. Sul caso indaga la polizia, che ritiene non ci siamo dubbi sul movente.Il diciottenne, sostengono gli investigatori, non ha retto alla pubblicazione su Internet di un video messo online da due suoi amici. Secondo il procuratore della contea di Middlesex che guida le indagini, i due sono colpevoli di «violazione della privacy» e rischiano una condanna alla massima pena prevista: 5 anni di carcere. Ma per le associazioni per la difesa dei diritti dei gay fermarsi alla condanna dei due ragazzi è troppo poco.«Bisogna considerare il suicidio di Clementi come un delitto a sfondo razzista» dichiara al New York Times Steven Goldstein, presidente di Garden State Equality, secondo il quale «nessuno conosceva la sessualità di Clementi, poteva essere gay o bisex» ma il video ha voluto «umiliarlo in quanto gay» facendo leva su pregiudizi e intolleranza largamente diffusi fra i più giovani.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo