img_big
Cronaca

Alessandra Amoroso, ecco il nuovo disco: “Vi aspetto tutti al Forum”

Il nuovo album in uscita oggi, terzo disco in un anno e mezzo, s’intito­la “Il mondo in un secondo” e domenica pomeriggio la vincitrice di “Amici 9” l’ha presentato sfreccian­do in treno da Milano a Roma e poi Napoli, con mini live nelle tre stazio­ni, in un vagone riservato a lei e una cinquantina di fans. Eppure Alessan­dra Amoroso non vuole una carriera artistica ad alta velocità. «L’unica cosa che faccio velocemen­te è tornare in Puglia dalla mia fami­glia per stare con loro anche solo un giorno», dice la cantante di Galatina (Bari) che vive a Roma. «Sono fragi­le: questo successo repentino mi inorgoglisce tanto, però mi spaventa pure un po’, perché forse sta succe­dendo tutto troppo in fretta. Comun­que sono serena: se non dura, torno tranquillamente a casa, dove ci sono persone che mi vogliono bene». Timori immotivati: ha venduto mez­zo milione di dischi, conta più di 35 mila fan su Facebook e si prevede il tutto esaurito per il concerto del 22 dicembre a Milano. «Mi viene l’an- sia solo al pensiero di cantare al Forum di Milano e due giorni prima al Palalottomatica di Roma. Sembro forte, ma in realtà crollo facilmente: all’anfiteatro di Cagliari ho iniziato a piangere alla prima canzone. Un concerto a San Siro? Sarei onorata, ma non sono ancora pronta: sono troppo emotiva, un carattere eredita­to da mamma e nonna». Ha già assaggiato l’atmosfera di San Siro nel live “Amiche per l’Abruzzo”. Ma ero protetta dal fatto di essere “una delle tante” sul palco e che l’attenzione era soprattutto per Lau­ra Pausini e le altre grandi madrine. Il produttore dell’album “Il mon­do in un secondo” è Dado Parisini, artefice di numerosi successi pro­prio della Pausini. Sente di poter essere una discepola di Laura? Assolutamente no. Mi aumenta l’an ­sia solo a sentire nominare un’artista come Laura. È ancora presto: va bene quello che sto vivendo professional­mente. Forse è perfino troppo». Nel disco ci sono due canzoni in inglese, “I’m A Woman” e “Clip His Wings”, prodotte da Chico Bennett, già collaboratore di Ma­donna e Destiny’s Child. È la mia zampata soul per far conoscere anche la mia anima più grintosa. Ho sempre detto che mi sarebbe piaciuto cantare il soul e sono stata accontenta­ta. In questo album mi hanno dato più fiducia, ma io so bene di avere ancora molto da imparare, così mi affido vo­lentieri ai miei discografici. Un passo alla volta, magari arriverò finalmente a incidere un intero disco di canzoni soul in inglese, ma ora mi sento di assecondare le esigenze del pubblico e cantare in italiano perché è più imme­diato da comprendere. Non sono egoi­sta e mi preoccupo di non deludere la gente, anche perché è grazie a loro se oggi sono su un treno stracolmo di fans a presentare il mio terzo album. Gianni Morandi quasi certamente presenterà il Festival di Sanremo : la vedremo sul palco dell’Ariston? Come cantante in gara sarebbe una bella opportunità. Con Morandi ha già condiviso una trasmissione che ha ottenuto ottimi ascolti: se Gianni la chiamasse a condurre Sanremo assieme a lui? No, grazie. La televisione non mi piace. Non riesco a farla: la teleca­mera mi inibisce e non mi sento libera di dire quello che penso. Dopo l’esperienza trionfale ad “Amici” è ancora forte il legame con Maria De Filippi? Fortissimo. Maria mi ha aiutato a scegliere le canzoni da incidere in questo disco. Sarà mia ospite al con­certo di Roma e mi auguro possa salire sul palco anche a Milano. Guarda “X Factor”?Certamente. Mi piacciono Manuela, Ruggero e Stefano che mi fa sempre emozionare. È importante: anche io cerco di regalare emozioni con le mie canzoni, perché non ho una bella voce Esprima un desiderio artistico.Un duetto con Mina, ma sarebbe già meraviglioso stringerle la mano.Un altro sogno?Portare mia mamma sul palco in concerto e cantare assieme a lei “Amor mio” di Mina.Luca Benedetti

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo