img_big
News

Torino, vestito da terrorista accoltella l’ex moglie. Salvata da un vicino

Aveva pensato a tutto. Guanti bianchi per non lasciare impronte digitali, un passamontagna modello “Mephisto” – in dotazione ai reparti speciali – per non essere riconosciuto e due tute per non sporcarsi di sangue. Il sangue della sua ex moglie, che ha atteso sotto casa per ucciderla a pugnalate e poi fuggire, sperando di non lasciare indizi e di non essere rintracciato. Ma il suo piano è stato rovinato dal coraggio di un vicino di casa, un vero e proprio eroe che, a mani nude e in mutande, non ha esitato ad affrontare il killer armato di coltello, salvando la vita della donna.L’articolo diClaudio Neve su CronacaQui in edicola in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta il 28 settembre 2010

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo