img_big
News

Torino, dal lusso alla cella: i re dei grand hotel finiscono in galera

I gestori dello storico ristorante “del Cambio” di Torino, Amato Ramondetti e Giulio Lera, sono stati arrestati per bancarotta fraudolenta e altri reati fiscali. Secondo la Procura, i due avrebbero messo in atto un complesso gioco di “scatole cinesi”, con società create appositamente per essere poi mandate in fallimento, in modo da annullare le perdite, non pagare l’Iva e altre imposte, per un importo complessivo, scrive il pm, di 49 milioni di euro. I due imprenditori arrestati sono titolari, oltre che del ristorante di piazza Carignano, dell’hotel Golden Palace di via Arcivescovado, del ristorante Savini a Milano, nonché di altri alberghi lussuosi a Rapallo, Venezia, Napoli, Taormina e altre tra le più prestigiose e rinomate località turistiche.Tutti gli articoli di Claudio Neve e gli approfondimentisu CronacaQui in edicola in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta il 24 settembre 2010

 

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo