img_big
News

Del Neri avverte: «Sarebbe da folli montarsi la testa»

La Juve va alla ricerca della continuità. L’inizio di stagione con il freno a mano tirato, poi l’improvvisa accelerata di Udine condita dalla goleada. Ora è necessario l’equilibrio. Le parole di Gigi Del Neri sono chiare: «Sarebbe folle montarsi la testa. Non abbiamo ancora fatto niente e guai a fare voli pindarici. Noi non ci deprimevamo prima e non ci sentiamo fenomeni adesso. Pensia­mo solo a lavorare che è l’unico modo per migliorare costantemente». E a sfruttare l’onda lunga del successo del Friuli: «Credo che quando le cose vanno bene ci sia più disponibilità e penso che quando c’è più serenità si possa lavorare meglio perché le vittorie danno morale e credibilità. Io penso sempre a fare un lavoro in meno quando si perde e uno in più quando si vince». Testa bassa e piede ben pigiato sull’accele­ratore. Senza porsi limiti: «Questa Juve deve sempre lottare per grandi traguardi e del resto stiamo parlando di una squadra che negli ultimi due mesi ha perso una sola partita, non cinquanta, ma non so come finirà il campionato. Quello di cui sono certo è che costruiremo un grande grup­po».L’articolo di Simone Cerrano su CronacaQui in edicola in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta il 23 settembre 2010

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo