img
News

Seminudi, incappucciati e legati: due cadaveri nel lago di Garda, banconote nel reggiseno della donna

Li hanno trovati morti,con le mani legate, la testa infilata in sacchetto di cellophane, i corpi avvolti in cartoni legati con delle corde. E’ giallo a Peschiera del Garda, in provincia di Verona, dove questa mattinasono stati rinvenuti i cadaveri di due persone nel lago di Garda. Si tratta di un uomoe di una donna. Per ora non è chiaro se il decesso sia avvenuto per annegamento o se i due siano stati gettati nel canale quando ormai erano morti.Molto probabilmente, si tratta di un duplice omicidio. Per quanto riguarda l’uomo, un anziano sui 70 anni, si ipotizzala morte per strangolamento, mentre sonoancora tutte la chiarire le cause della morte della donna. A trovare il cadavere domenica sera alcuni dipendenti del bar Centrale che stavano rimuovendo le alghe sotto la piattaforma del locale.Secondo le prime indicazioni dei carabinieri la donna indossava una polo blu e una gonna rossa. «Il viso non si vedeva – ha detto Nadia Tinelli che assieme al marito l’ha ritrovata – perché aveva una borsa di nylon, ma abbiamo visto che i polsi erano legati e probabilmente anche le gambe». Durante un primo esame del medico legale gli investigatori hanno trovato nel reggiseno della donna due rotoli di banconote da 120 e 80 euro. Secondo i militari, la vittima, che non portava la fede, sarebbe italiana e non presenterebbe segni di arma da fuoco.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo