img_big
News

Taranto: uccide suo padre e poi brucia il cadavere, aveva stuprato la nipotina

Il padre avevaviolentato una nipotina e lui, sospettando che avesse fatto delle avances anche a sua figlia, l’ha ucciso massacrandolo di botte e poi ne ha bruciato il corpo. E’ successo a Mottola, in Puglia, e i carabinieri di Taranto hanno arrestato l’omicida, un 44enne.Suo padre era stato condannato a sei anni di carcere per abusi sessuali nei confronti della nipote, e il 27 luglio scorso il figlio l’aveva invitato a casa sua. Tra i due – ha ricostruito l’assassino durante la confessione resa ai militari – è scoppiata una lite presto degenerata. Il 44enne, ad un certo punto, ha aggredito il padre, l’ha percosso fino ad ucciderlo e poi ha dato fuoco al cadavere.Cadavere che è stato trovato solo ieri, quando l’uomo ha indicato il punto in cui trovare i resti. Il pensionato è stato bruciato in un vecchio serbatoio di eternit.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo