img_big
News

Torino: fornaio ucciso con un colpo al cuore, dopo 41 anni spunta un indagato

Cinque indizi e un nome. Potrebbe ripartire da qui l’indagine sull’omicidio di Armando Birolo (nella foto a destra), il panettiere di via Campobasso freddato con una pistolettata al cuore e rapinato sotto casa 41 anni fa. La Procura ieri mattina ha chiesto al giudice Edmondo Pio di riaprire il caso, e ha indicato un sospettato, lo stesso di allora. A.M. (foto a sinistra) adesso ha 66 anni, e fino a quindici giorni prima dell’assassinio, avvenuto il 20 dicembre 1969, lavorava nel panificio della vittima. Fermato dalla squadra mobile diretta dal celeberrimo dottor Montesano, venne scagionato per insufficienza di prove.L’articolo di Stefano Tamagnone – tamagnone@cronacaqui.it su CronacaQui in edicola in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta il 17 settembre 2010

 

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo