img_big
News

Trieste: la polizia libera le schiave nigeriane e loro fanno arrestare i trafficanti di coca ed eroina

Ventotto corrieri utilizzati da un’organizzazione criminale nigeriana per un vasto traffico internazione di cocaina ed eroina sono stati arrestati dalla Squadra Mobile della Questura di Trieste e dalla Polizia di Frontiera del capoluogo giuliano. Nell’operazione, che si sta concludendo in queste ore, sono stati sequestrati 17 chili di cocaina ed eroina. Gli arresti sono stati eseguiti a Trieste, Venezia, Milano, Bolzano, Bologna, Varese, Verona, Reggio Emilia, Parma, Messina, Padova e Roma a partire dallo scorso novembre con il coordinamento del Servizio Centrale Operativo della Direzione Centrale Anticrimine.L’inchiesta, denominata «Hermes» e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Trieste, è scattata dopo l’arresto di un cittadino lituano, controllato dalla Polizia di Frontiera di Trieste a bordo di un treno proveniente dall’Ungheria e diretto a Napoli. Durante la perquisizione, in un borsone, gli agenti hanno trovato quasi due chili di eroina purissima destinati a trafficanti nigeriani operanti nella zona di Napoli. Le indagini hanno portato alla scoperta di una vasta rete di trafficanti nigeriani di droga che, utilizzando connazionali e cittadini dell’Est europeo, facevano entrare in Italia cocaina proveniente dal Sudamerica ed eroina prodotta in Afghanistan, poi inviata in Europa attraverso la «rotta balcanica». L’attività investigativa si è svolta anche all’estero, con il coordinamento dell’Interpol e la collaborazione delle Polizie spagnola e olandese, per la presenza in quei Paesi di alcuni capi dell’organizzazione criminale.Molto utile, al fine delle indagini, le traduzioni dal nigeriano fatte da alcune ex prostitute liberate dalla polizia. Le squillo, vere e proprie schiave acquistate nel loro Paese per 50.000 dollari hanno tradotto decine di migliaia di telefonate nell’inchiesta.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo