img_big
Cronaca

La moglie di Emanuele Filiberto sul palco del Crazy Horse

«Nessuno mi può giudi­care ». Parla senza mez­zi termini Clotilde Cou­rau, meglio conosciuta come la moglie di Emanuele Fili­berto di Savoia. La principes­sa attrice dal 19 al 29 settem­bre si esibirà infatti nel tem­pio parigino dello striptease di classe sul palco del “Crazy Horse”. Il perché di un’espe rien za del genere la Coureau lo spie­ga senza inibizioni al setti­manale Vanity Fair: «Qui è veramente il corpo che parla, avevo bisogno di un luogo raccolto per esprimere la mia parte organica » . « Organi­ca? » le domanda dubbioso l’intervistatore. Pronta la re­plica: «Parlo abbastanza be­ne l’italiano da saper adope­rare gli aggettivi. Scriva “or ­ganica”, perché è questo che voglio dire organica rende bene l’idea perché ricorda la Terra». Una “Terra”, però, a dir poco anticonvenzionale come d’altra parte la moglie del principe afferma di esse­re in ogni campo. «Non ho lezioni da dare a nessuno, ma non voglio neanche ricever­ne – confessa al settimanale ­avevo molta voglia di fare questa cosa e sapevo che po­tevo realizzarla solo qui». Niente lezioni va bene ma qualche mormorio lo susci­terà di certo. Anche su que­sto, però, la bella attrice fran­cese ammette di non avere nessun tipo di problema: «Sto facendo un gesto pub­blico molto forte e me ne assumo le responsabilità » . D’altra parte, stando alle sue parole, la signora è avvezza alle circostanze ” intense”: «Mettermi in situazioni ri­schiose è sempre stato un modo per scatenare in me energie positive e sono sicu­ra di avere delle cose da dire in questo show». Cose da dire ma non da mo­strare, conclude però Clotil­de che ammette di essere pronta a cantare sul palco ( portando in scena diversi brani, tra cui alcuni di Marle­ne Dietrich) ma con i vestiti ben saldi addosso. «Non ho intenzione di esprimermi co­me le ballerine del Crazy, an­che se le rispetto – dice lei ­. Le ho conosciute e sono ri­masta colpita dall’intelligen­za e dal linguaggio del loro corpo». Vestiti o meno, co­munque, i dieci giorni di ma­nifestazione promettono di essere infuocati e Madame sul palco sarà contornata di bellissime danzatrici discinte. «Perché – si chiede infatti lei ­ riprendersi il pro­prio erotismo e la propria sensuali­tà dovrebbe esse­re sbagliato? » . Che cosa ne pensi il Reale consorte non è dato saperlo ma la bella attrice sembra avere le idee molto chiare.Eleonora Chiais

 

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Gruppo Gheron
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo