img_big
News

Torino, passeggia con il velo integrale: egiziana denunciata dai carabinieri

Segnalata alla magistratura perché indossa il velo integrale. È accaduto ad una donna egiziana lo scorso 12 agosto: mentre passeggiava a Chivasso in compagnia del marito è stata fermata dai carabinieri che l’hanno poi segnalata in procura dopo averla identificata. Adesso toccherà al procuratore Raffaele Guariniello decidere se e come eventualmente procedere nei confronti della straniera, peraltro regolare sul nostro territorio. I militari hanno notato la donna mentre passeggiava lungo la via principale della città. «Indossava un velo integrale è scritto nero su bianco nel rapporto stilato dall’Arma con due piccoli riquadri che lasciavano scoperti gli occhi». I militari hanno bloccato la giovane egiziana, le hanno chiesto di sollevare il velo e poi di esibire un documento di identità. Hanno sco¬perto che la straniera era “regolare” sul nostro territorio e in possesso di una carta di identità rilasciata dal Comune di Chivasso. Poi, però, le hanno contestato la violazione della legge 152 del 22 maggio 1975, emanata all’epoca del terrorismo e che vieta l’uso di caschi o di altri copricapo che rendano «difficoltoso il ricono¬scimento della persona in luogo pubblico sen¬za giustificato motivo».Tutti i particolari su CronacaQui in edicola in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta il 20 agosto 2010

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo